Interview with Nightwish 106

url:

intervjuare:

Intervjuad:

Datum:

Källa:

Språk:

Original:

Översättare:

http://www.sensorium.it/Interviste_NIGHTWISH.htm

Michele Dicuonzo

Tuomas

Okänt

Sensorium

Italienska

Original

-


NIGHTWISH
Intervista a Tuomas

La scena hard & heavy finlandese sta facendo autentici passi da gigante negli ultimi tempi: si puo' affermare con cognizione di causa che quella finnica sia una delle 'scene' più eccitanti e creative in circolazione. Non si può non prendere atto del fatto che, nel frattempo, Albione sonnecchia, la Norvegia segna il passo e la Germania è inesorabilmente stretta nel binomio gothic/power. Via libera dunque per Nightwish, Amorphis, Children of Bodom e compagnia, ensemble davvero in grado di dare linfa nuova al panorama heavy continentale. I Nightwish rappresentano peraltro un fenomeno a parte con il loro power progressivo che, pur addizionato di un vocalismo operistico, non lesina affatto in termini di impatto, freschezza e spessore emotivo. Nostro interlocutore per questa intervista, il tastierista Tuomas si conferma personaggio disponibile e pacato, pronto a rispondere senza tanti giri di parole ai numerosi questiti che avevamo preparato per lui.


Facciamo un passo indietro: puoi raccontarci la storia dei Nightwish dagli esordi sino alla vostra consacrazione?


I Nightwish si sono formati nell'inverno del 1996. All'epoca suonavo sia per i Nattvindens Gråt che per Darkwoods My Betrothed, ma sentivo che tutto questo non era abbastanza per me. Desideravo creare qualcosa di mio, qualcosa di diverso e forse lontano dal metal. Fu così che diedi vita ad un ensemble completamente acustico denominandolo appunto Nightwish. Chiesi pertanto al mio compagno di scuola Emppu di suonare la chitarra acustica per la band, e a Tarja di occuparsi dei vocal. Abbiamo cominciato a comporre tre brani nel Dicembre 1996, ed é così che è partita l'avventura dei Nightwish. Sai, al principio non intendevamo diventare una metal band, ma all'epoca dell'incisione del nostro secondo demo, quando Jukka si è unito a noi, abbiamo pensato bene di sperimentare l'effetto finale del nostro sound con l'inclusione della batteria nonché di un certo 'flavour' metallico. E' stato allora che abbiamo registrato il demo 'Angels Fall First', proprio quello che poi é diventato il nostro album d'esordio! In seguito, Sami ha fatto il suo ingresso nella band, esattamente prima di entrare in studio per le session di registrazione di "Oceanborn". Il disco come sai è stato pubblicato al principio solo qui da noi in Finlandia, ma a partire da quel momento siamo stati impegnati in una serie di tour intensivi atti a coprire tutta l'Europa.


C'è per caso un concept che si cela dietro il vostro fascinoso monicker, 'Nightwish' per l'appunto?


Beh, ad essere sincero non c'è nessun concetto preciso dietro il nome della band. Addirittura non ricordo neppure da dove ho preso ispirazione per quest'ultimo.. Diciamo semplicemente che suona bene, e poi calza alla perfezione alla nostra immagine: probabilmente questo è stato il motivo principale che ci ha spinto ad adottarlo.


Come hai avuto modo di sottolineare in precedenza, prima di dar vita ai Nightwish sei stato coinvolto in altre due band, Nattvindens Gråt e Darkwoods My Betrothed: ne fai ancora parte e, se sì, quali sono i vostri progetti futuri?


Il discorso Nattvindens Gråt è morto e sepolto. Per quanto attiene ai Darkwoods My Betrothed invece, l'attività prosegue, ed in maniera proficua. Sono sempre un membro dei DMB, ma collaboro solo come turnista. Abbiamo pubblicato il nostro terzo full-lenght e proseguiremo ad incidere dischi. Anche i DMB, alla pari dei Nightwish, incidono per l'etichetta finlandese Spinefarm.


Cosa ti ispira all'atto di comporre un brano dei Nightwish?


Il regno del fantasy e l'immaginazione sono sempre state le fonti di ispirazione primarie per i Nightwish. Sai, per me è difficile dire da dove effettivamente provengono queste nostre canzoni. Dal punto di vista dei testi non sono uso servirmi di allegorie: i nostri brani tendono ad affrescare scenari, a creare visioni ed a raccontare storie.


Ci sono alcuni termini, come 'verginità' ad esempio, che ricorrono spesso nei tuoi testi: qual'è la tua idea di purezza? Riesci ancora a percepirla in ciò che ci circonda?


Il ricorrere del termine da te citato non è intenzionale.. In ogni caso, sia l'innocenza che la purezza sono valori importantissimi che purtroppo sono divenuti rari al mondo d'oggi. Neanch'io sono puro. La purezza, la verginità, quando tali, sono sempre visioni d'incomparabile bellezza.


Quanto sono importanti le lyric in un album dei Nightwish?


Sono basilari. Per me personalmente, i testi sono più importanti persino della stessa musica. Si tratta di scritti e visioni molto intime, si potrebbe dire che creo i testi soprattutto per me stesso. Ma, in un secondo momento, è bellissimo venire a sapere che sono piaciuti alla gente, e che, soprattutto, chi è all'ascolto ha provato le stesse emozioni che ho provato io nello scriverli. Non c'è cosa più bella di ascoltare i ragazzi che cantano le nostre canzoni mentre noi suoniamo dal vivo!


C'è qualche testo oppure film che ti ispira all'atto del songwriting?


Adoro le colonne sonore, e pertanto, sì, i film mi ispirano moltissimo. Musicalmente, tra i miei compositori preferiti citerei Vangelis, Kitaro, Hans Zimmer e James Horner. Non mi viene in mente alcun titolo preciso, ma adoro i film e la letteratura storica oppure il genere fantasy.


Cosa volete offrire a chi vi ascolta?


Spero di non suonare troppo egoista, ma fond amentalmente scrivo musica per me stesso. Non compongo mai in termini di 'dare qualcosa a qualcuno', oppure semplicemente immaginando le reazioni che potrebbe avere le gente ascoltando la nostra musica: preferisco che i ragazzi entrino nel nostro mondo in tutta libertà, come meglio gli aggrada.

La scena metal finlandese sta facendo progressi davvero notevolissimi: Nightwish, certo, ma anche Children of Bodom, Amorphis, Sentenced.. Tu come vedi la cosa?


Concordo in pieno: oramai la scena finladese è pari ai massimi livelli! Oltre ai nomi da te menzionati, ci tengo a ricordare altre ottime band come Kyyria, HIM, Embraze e Decoryah!


Raccontaci della tua vita in Finlandia, e dei vostri tipici, bellissimi scenari naturali..


Penso che la Finlandia sia un buon luogo per vivere. Certo, abbiamo il nostro debito nazionale da rimettere in sesto, ed ora c'è anche lo spettro della disoccupazione, ma vale ancora la pena di metter radici dalle nostre parti. Sai, io ho sempre vissuto in mezzo alla natura, ed il nostro ambiente puro ed incantevole mi ha sicuramente ispirato all'atto del comporre per i Nightwish.


Molti hanno descritto il vostro popolo come un particolare mix tra follia e romanticismo: girami la tua opinione al riguardo..


(Ride) Oh, credo che abbiano colto davvero nel segno! Effettivamente c'è un lato 'soft' in ognuno di noi, che si rispecchia nell'amore per la natura e nel nostro romanticismo. Ma è altresì vero che noi finnici siamo capaci di fare qualunque tipo di follia, anche la più stupida! La prima cosa che mi viene in mente è la nostra abitudine a bere smodatamente alcoolici: quando un finlandese beve, beh, prosegue finchè non va completamente fuori di testa. E dopo, incomincia il divertimento...


Conosci per caso la scena metal italiana? Cosa ne pensi di band come Rhapsody, Labyrinth, ecc.?


Ad essere sincero quelle che tu hai citato sono le uniche band italiane che conosco.. Non so tantissimo dei Labyrinth, ma sono un grandissimo fan dei Rhapsody: Staropoli è davvero un autentico mago delle tastiere!


A tuo parere, che importanza possono rivestire oggigiorno le tradizioni ed i miti?


Sono importanti e dovrebbero sempre esserlo. Il fatto di relazionarci alle antiche leggende ed al mondo mitico ci dona saggezza e dà lustro alla nostra cultura: l'uomo non dovrebbe mai dimenticare il suo passato e soprattutto quello che è veramente. E tutto questo ha la sua sicura valenza anche nel contesto del prossimo millennio a venire.


Per quale motivo hai deciso di dar vita ad una band metal? Cosa rappresenta il rock duro per te?


La musica è la mia vita, e l'esperienza mi ha insegnato che il metal è il genere musicale che meglio riesce ad esprimere i miei sentimenti: é lo stile che sento più vicino alla mia personalità e con il quale riesco a relazionarmi con più soddisfazione.


C'è qualche stile musicale che vorresti suonare e che non puoi tirar fuori con i Nightwish?


Guarda, la cosa che amo di più dei Nightwish è il fatto che posso suonare davvero di tutto, e che comunque questo tende poi a risultare sempre.. Nightwish! Beh, magari non in tutte le occasioni, ma questa è la sensazione primaria che provo..


Hai mai pensato di scrivere una colonna sonora?


Oh, lo penso spessissimo! Effettivamente sta cominciando a diventare un'autentica ossessione per me, e dunque credo proprio che varrà la pena di lavorarci su con la band in futuro.


Che importanza riveste il background classico nei Nightwish?


A dir la verità non è così decisivo. Quella che è più coinvolta in quell'ambito è senza alcun dubbio Tarja, che sta praticando gli studi classici nel canto. Il suo stile operistico addiziona la nostra musica del 'tocco' classico che noi desideravamo. Senza esagerare, ovviamente, perché non sarebbe nei nostri intendimenti. Diciamo che la musica classica ci influenza meno rispetto a quanto può influenzare i Rhapsody o Yngwie Malmsteen.


Raccontaci di più sulla deliziosa Tarja: come mai ha deciso di cantare in una metal band, e come è solita rapportarsi a questo mondo, presumo inusuale per lei?


Tarja si è unita a noi perché desiderava provare a fare qualcosa di diverso rispetto a quanto aveva fatto nel passato (pop, soul, musica spirituale). Un giorno diventerà una cantante d'opera, ma per il momento sta ancora studiando all'Accademia di canto classico di Sibelius, che qui in Finlandia rappresenta un po' il vostro Conservatorio. Dovrebbe specializzarsi nell'Opera a partire dall'inizio del prossimo semestre. E' una ragazza molto professionale, almeno per quanto attiene la sua attività come cantante. Sai, prima di ogni concerto è solita 'riscaldare' la sua voce per oltre due ore. E' sempre divertente per noi ascoltarla mentre si cimenta nei suoi 'lalalalaaaa' nella stanza dell'hotel! E lo stesso accade quando ci rechiamo in studio di registrazione!


Quanto è importante per voi il successo commerciale?


Beh, agli esordi ci importava relativamente, ma da quando abbiamo cominciato ad assaporare il successo ci siamo resi conto di quanto importante sia una promozione ed una gestione del marketing decente. E, per essere onesto, siamo affascinati dal successo che abbiamo raggiunto sino ad oggi e speriamo di continuare cosi.. Comunque, non preoccuparti, la nostra musica rimarrà sempre pura ed onesta.


Dobbiamo attenderci qualche cambiamento in futuro, una nuova direzione nel sound dei Nightwish?


Il nostro processo di songwriting non è mai stabilito a priori, tutto tende a svilupparsi naturalmente. Abbiamo appena cominciato a scrivere nuovi brani, e vedremo cosa verrà fuori questa volta. Credo che tutte la band abbiano il diritto di sviluppare la loro musica nella direzione che gli sembra più consona, fermo restando che deve essere un'esigenza sentita in maniera onesta. Un po' come quello che stanno facendo i The Gathering, i Metallica, oppure i Paradise Lost..


Qual'è la cosa più significativa che vorresti riuscire a realizzare con la tua band?


Vorrei riuscire a comporre una sorta di colonna sonora per i Nightwish, suonandola con un grande coro ed una vera orchestra, in un imponente teatro. Sempre in un'ottica metal, ovviamente!


Hai qualche altro interesse a parte la musica, qualche altra grande passione?


Sì, sono interessato alla natura ed alla biologia. Spero in futuro di avere l'opportunità di poter studiare Biologia o Scienze Ambientali.


Vorrei conoscere la tua opinione su quanto hanno fatto e stanno facendo due band che mi piace accomunare alla vostra: The Gathering e The Third and The Mortal..


The Gathering mi piacciono, "Mandylion" e "NightTime Birds" in particolare, sebbene non sia un fan sfegatato della band olandese. Per quanto attiene ai Third and The Mortal, beh, credo che sia una grandissima band!! "Tears laid in Earth" è uno dei dischi più belli che ho mai avuto occasione di ascoltare, e, ti dirò, loro hanno avuto un tale impatto su di me, da spingermi a formare i Nightwish!


Che tipo di musica sei solito ascoltare a casa quando hai semplicemente voglia di rilassarti?


Colonne sonore, oppure metal 'atmosferico'.. Ma anche Vangelis, Enigma, Era, Tiamat..


Cosa significa la notte per te?


Ispirazione e bellezza. Ma anche il sonno.. I sogni.


Cosa pensi dell'Italia e degli italiani in generale?


A parte quello cinese, voi avete il miglior cibo del mondo! E poi, voi italiani.. Sempre con tanta voglia di discutere: avete un approccio così entusiasta alla vita, siete calorosi e molto educati.. E poi, Venezia: è uno dei posti dove vorrei vivere!


Kommentarer

Kommentera inlägget här:

Namn:
Kom ihåg mig?

E-postadress: (publiceras ej)

URL/Bloggadress:

Kommentar:

Trackback
RSS 2.0